Breadcrumbs

La febbre: come portare giù il termometro quando la temperatura sale?

La febbre è un aumento della temperatura del corpo al di sopra del livello fisiologico di circa 37 °C.

Indica che il tuo corpo sta combattendo una malattia sottostante, ed è spesso sintomo di un'infezione. La febbre può essere provocata da infezioni batteriche o virali.

I sintomi della febbre possono causare una sensazione di malessere anche intensa, ma generalmente la febbre, se non troppo elevata, non deve destare preoccupazioni, anzi: una lieve febbre può essere utile per combattere le infezioni.

Per fortuna, in genere, la febbre migliora nel corso di un paio di giorni senza che sia necessario alcun trattamento.

I sintomi della febbre, in genere, sono il risultato di un'infezione batterica o virale

La febbre è un sintomo comune di infezioni virali e batteriche, quali ad esempio le infezioni responsabili di raffreddore, influenza, diarrea e infezioni delle vie urinarie.

Oltre all'aumento di temperatura, la febbre è spesso causa di sintomi quali sudorazione, brividi (anche fino a battere i denti), mal di testa, cute arrossata, dolori muscolari, capogiri e una sensazione generale di spossatezza.

Non sempre la febbre insorge a causa di una malattia: può anche essere dovuta a una reazione a farmaci o vaccinazioni, oppure a condizioni croniche associate a infiammazione, come l'artrite reumatoide.

In che modo la febbre contrasta le infezioni?

La febbre è l'arma di cui il nostro corpo dispone per combattere le infezioni.

La temperatura corporea è controllata da una parte del cervello che prende il nome di ipotalamo. Si potrebbe dire che l’ipotalamo funga da termostato: quando il corpo è in salute, l'ipotalamo ne imposta la temperatura a circa 37 °C.

In presenza di malattia o infezione, invece, il sistema immunitario rilascia alcune sostanze chimiche che provocano l’innalzamento della temperatura.

Questo aumento di temperatura aiuta ad uccidere i virus e i batteri responsabili dell'infezione. Una volta eliminati i germi, la temperatura del corpo ritorna a valori normali.

Quando si può dire che la febbre è troppo alta?

Il corpo ha una temperatura normale di circa 37 °C, che può variare leggermente da persona a persona e può essere influenzata da fattori quali momento della giornata e tempo atmosferico.

In generale:

  • una temperatura di 38-39 °C è considerata febbre lieve
  • dai 40 °C in su si parla di febbre alta ed è necessario consultare un medico
  • una temperatura superiore a 42,4 °C è una febbre pericolosamente alta: è necessario consultare con urgenza un medico.

Esistono alcuni modi pratici per ridurre la febbre

Ecco alcuni consigli per alleviare i fastidi associati alla febbre

  • Riposa adeguatamente
  • Bevi molta acqua per ridurre la temperatura e prevenire la disidratazione
  • Mangia cibi leggeri ed evita di bere tè o caffè
  • Mantieniti al fresco: indossa abiti leggeri e dormi sotto coperte leggere
  • Puoi anche assumere un farmaco contro la febbre come Nurofen Influenza e Raffreddore medicinale indicato per il trattamento dei sintomi del raffreddore e dell’influenza.

Quando consultare il medico?

Nella maggior parte dei casi, la febbre scompare nel corso di un paio di giorni senza che sia necessario alcun trattamento.
In presenza di uno o più di questi sintomi, rivolgiti immediatamente a un medico:

  • Temperatura pari o superiore a 40 °C
  • Febbre che non migliora dopo tre giorni
  • Sonnolenza o confusione
  • Sintomi quali allucinazioni, vomito, rigidità del collo, eruzioni cutanee, battito cardiaco accelerato, brividi o spasmi muscolari
  • Dolore intenso in qualsiasi parte del corpo (ivi compreso forte mal di testa)
  • Gonfiore o infiammazione in qualsiasi parte del corpo
  • Se ad avere la febbre è un bambino