Breadcrumbs

Rimedi per raffreddore e influenza, fra verità e falsi miti

Al primo starnuto o colpo di tosse, c'è sempre qualcuno pronto a dispensare consigli e proporre rimedi. Alcuni rimediai questi, però, non trovano riscontri scientifici, ma sono piuttosto frutto di errate convinzioni popolari.

Fra verità e falsi miti, vediamo quindi di fare chiarezza sull'attendibilità delle idee più diffuse riguardo il raffreddore e l'influenza, scoprendo, così, quali rimedi possono rivelarsi davvero efficaci e quali, invece, non sono altro che leggende metropolitane.

1. Avere l'influenza è come contrarre un forte raffreddore

FALSO: Sebbene la sintomatologia possa essere simile - si pensi ad esempio alla tosse, al naso chiuso o al mal di testa - si tratta di due disturbi molto diversi. Alcuni rimedi si rivelano efficaci per entrambe le condizioni perché offrono sollievo dai medesimi sintomi. Tuttavia, la sintomatologia correlata all'influenza tende ad essere più severa e a durare più a lungo. A differenza del raffreddore, i virus che la innescano danno luogo a segnali tipici, come un improvviso aumento della temperatura corporea. All'influenza si associa, inoltre, un maggiore rischio di complicazioni, specie per le persone anziane e i bambini più piccoli.

2. L'influenza può essere trattata con gli antibiotici

FALSO: Gli antibiotici non hanno alcun effetto sui virus influenzali né su quelli che causano il raffreddore.

3. Chi è sano e in forma non contrae l'influenza o il raffreddore

FALSO: Chiunque, più o meno giovane, che sia in salute o fuori forma, può entrare a contatto con gli agenti infettivi responsabili delle riniti e delle malattie virali stagionali. Allo stesso modo, siamo tutti potenziali veicoli di questi virus. Ciò che è vero - e che è importante tenere a mente - è il maggiore rischio di complicazioni fra chi soffre di particolari patologie, come il diabete o i disturbi cardiaci.

4. Il raffreddore o l'influenza sono causati dal freddo e dall'umidità

PARZIALMENTE VERO: In linea di massima il raffreddore non ha niente a che vedere con il freddo e l’umidità. Tuttavia uno sforzo prolungato o intenso al freddo può indebolire il corpo e renderlo più vulnerabile al contatto con il virus.

5. È possibile contrarre il raffreddore o l'influenza solo respirando la stessa aria di una persona infetta

FALSO: Sia chiaro, è certamente un dato di fatto che questo tipo di virus possa viaggiare per via aerea. Così, se una persona infetta starnutisce o tossisce nelle immediate vicinanze, aumentano anche le nostre probabilità di contrarre il virus. Tuttavia, questo tipo di virus non è trasmissibile solo sotto forma respiratoria. In alcuni casi, è sufficiente il contatto con una superficie infetta, come la cornetta del telefono, la maniglia della porta, la tastiera del computer o il giocattolo di un bambino. Per comprendere la facilità di trasmissione, si pensi soltanto che il virus dell'influenza può sopravvivere sulle superfici fino a 24 ore. Una volta sulle mani, è questione di poco: basta strofinarsi gli occhi o toccarsi il naso e la bocca per introdurre il virus all'interno dell'organismo. Il segreto è quello di lavare le mani accuratamente e con una certa frequenza, soprattutto in presenza della sintomatologia caratteristica o se si condivide un ambiente con una persona infetta.

Con questo articolo speriamo di aver smascherato i falsi miti più comuni riguardanti il raffreddore e le malattie infettive stagionali, per affrontare questi disturbi con rimedi realmente efficaci. Per qualsiasi dubbio in merito alla diagnosi e alla terapia, è comunque consigliabile richiedere un consulto medico.

 

Contenuto aggiornato con autorizzazione del 10/11/2017